In Italia il 93% delle imprese nel settore privato è controllato o gestito da una famiglia. Inoltre, il 23% delle imprese familiari è guidato da un leader con oltre 70 anni.

In Italia nei prossimi 10 anni 2 milioni di imprese saranno interessate dal passaggio generazionale.

Solo il 30% delle imprese sopravvive al passaggio dalla prima alla seconda generazione; solo il 12% arriva alla terza e solo il 4% alla quarta. Numeri che evidenziano come questi processi siano spesso problematici e non affrontati adeguatamente. Con un ulteriore elemento critico: in Italia oltre il 90% dei passaggi avviene in maniera non pianificata.

Il Sole 24 Ore

Project Group, in 30 anni di esperienza, ha maturato un approccio diversificato per l’imprenditore e per i successori.

Ciclo passaggio generazionale

  • La consulenza per l’imprenditore
    • Analisi e definizione organizzativa: definizione della struttura gerarchico funzionale e mappatura delle responsabilità’/attività’ per il successore;
    • Business plan: sviluppato secondo la tput accounting e relativo cruscotto;
    • Patto di famiglia: definizione delle logiche di successione e compensazione patrimonio familiare (supporto studio legale);
    • Piano di comunicazione: piano di comunicazione della nuova realtà’ aziendale (cosa, come, a chi) sui tre livelli: compagine societaria, top management, resto dell’azienda, clienti, fornitori, sistema bancario, enti territoriali, sindacati;
    • Coaching: per imparare a delegare;
    • Gestione focus di allineamento strategico (imprenditore e successori).
  • La consulenza per il successore
    • Percorso formativo personalizzato: analisi fabbisogno formativo, progettazione e implementazione del percorso di crescita (conoscenze/competenze), “Orologio PG” + bilancio + controllo di gestione + gestione finanziaria;
    • Coaching operativo per supportare nella gestione di impresa supportare il successore nel prendere decisioni corrette (senza avere paura di sbagliare e di escludere il padre);
    • Gestione focus di allineamento per condividere internamente ed esternamente il piano di azione, risultati attesi e risultati ottenuti;
    • Accompagnamento alla costruzione del piano strategico.

Benefici

1

Avere un business plan sfidante e sostenibile che faccia crescere l’impresa e il patrimonio familiare;

2

Avere un’architettura organizzativa chiara, capace di dare forza e tranquillità al passaggio generazionale;

3

Avere un piano di sviluppo strutturato delle competenze dei successori in modo da proteggerne la crescita;

4

Alimentare fiducia reciproca;

5

Avere momenti di incontro strutturati tali da rimanere informati sull’andamento aziendale;

6

Avere un piano di comunicazione che tranquillizzi tutte le parti coinvolte (stakeholder);

7

Avere la garanzia del rispetto degli interessi di tutte le parti coinvolte dentro e fuori l’azienda;

8

Proteggere l’unità della famiglia.

Consulente

Armando Marini

Partner e Amministratore

Scarica la certificazione ISO 9001:2015 per la gestione della qualità

Scarica la certificazione ISO 29990 per la formazione