Tutte le figure con ruolo di Responsabile
36 ore
Tutte le figure con ruolo di Responsabile
36 ore

Ci si chiede qual è la differenza tra un leader e un capo: il leader guida, il capo dirige. (T. Roosevelt)

Le organizzazioni “in crescita” hanno bisogno di risorse in grado di gestire il cambiamento:

  • capaci di guidare verso l’obiettivo comune
  • capaci di governare i propri collaboratori (pianificare e gestire, creando senso di appartenenza al gruppo)
  • capaci di leggere l’andamento dei processi
  • capaci di affrontare i problemi
  • capaci di retroazione (accogliere e restituire feedback).

Le risorse che mettiamo nei punti chiave della nostra organizzazione sono strategiche e proprio per questo devono essere formate (al meglio!) perché abbiano le giuste competenze per esercitare il loro ruolo.

Obiettivi e Finalità

Consolidare e sviluppare nei partecipanti le competenze necessarie per ricoprire al meglio il ruolo di responsabile.

Mappa del percorso formativo

1. Guidare verso l’obiettivo

ObiettiviContenuti
Sensibilizzare i partecipanti al concetto di “organizzazione come sistema” (gerarchia delle funzioni vs gerarchia dei processi), condividendo l’importanza di essere tutti parte determinante dei risultati del sistema organizzativo stessoComprendere l’importanza del sostegno reciproco nel raggiungere un obiettivo: interazione vs integrazione
Condividere i diversi ruoli giocati nella squadra e l’importanza di instaurare relazioni efficaci (esercitare l’ascolto attivo)Responsabilità e compiti del leader: riconoscere le caratteristiche dei collaboratori esercitando l’ascolto attivo,  esercitare la delega e costruire con loro una relazione significativa
Trasferire un metodo per assegnare gli obiettivi (esercizio della delega), lodarne il raggiungimento e, quando necessario, saper trasmettere un feedback negativoTi affido un obiettivo in 60 secondi e ti ingaggio: come spiegare in un tempo limitato e con poche parole l’obiettivo, ottenendo condivisione e partecipazione.
Ti lodo in 60 secondi e te lo dico nel modo giusto : come gratificare le proprie risorse e complimentarsi con loro.
Ti dico dove hai sbagliato in 60 secondi e te lo dico nel modo corretto: come “rimproverare” in modo costruttivo.

2. Cosa raccontare e come stupire

ObiettiviContenuti
Fare acquisire ai partecipanti strumenti e metodologie per strutturare una comunicazione efficace; l’oratore efficace è colui che sa controllare la voce, la postura, la memoria per condurre la platea all’obiettivo prefissatoProgettare una comunicazione efficace:
– Come strutturare un intervento di successo;
– Le componenti della comunicazione: verbale, paraverbale, non verbale;
– Gestire le emozioni.
Trasferire una metodologia che risulti efficace nella gestione delle riunioniLa gestione delle riunioni
– Definire gli obiettivi, gli interlocutori, la durata e affidare compiti e responsabilità;
– Saper gestire il feedback e saper affrontare vari tipi di interlocutori: gli arrabbiati, i contestatori, i faciloni, etc.

3. Gestire il tempo e non farsi gestire

ObiettiviContenuti
Condividere con i partecipanti tecniche e modalità operative che consentano un’efficace gestione del tempo, attraverso un’accurata pianificazione delle azioni in funzione degli obiettivi prefissati.– La percezione del tempo e le sue principali distorsioni;
– La gestione del ciclo di rendimento proprio e dei collaboratori;
– Attribuzione delle priorità: importanza e urgenza;
– Organizzare le attività nel tempo e proteggere il risultato: la gestione dell’agenda; tecniche di pianificazione; strumenti di monitoraggio e controllo;
– La gestione delle email.

4. Gestire i conflitti

ObiettiviContenuti
Far acquisire ai partecipanti i metodi e le tecniche necessarie per gestire in modo efficace i conflitti, evitando il compromesso a favore di una soluzione di soddisfazione per tutti gli attori in gioco (win-win).– Riconoscere quando gli altri hanno un problema;
– Ascoltare le emozioni degli altri;
– Individuare e rappresentare i conflitti;
– Conoscere interpretare e gestire il conflitto;
– Creare condivisione e partecipazione alla soluzione.

5. Saper analizzare i dati

ObiettiviContenuti
Fare acquisire ai partecipanti l’utilizzo dei “sette strumenti”, quali metodi statistici per leggere, comprendere e rappresentare i dati aziendali.– Foglio raccolta dati: pianificare la raccolta dati, punti sensibili, classificazione dei dati;
– La Stratificazione: inquadrare un fenomeno da più punti vista, considerare sempre tutti i fattori di stratificazione;
– Istogramma: fotografare la dispersione di un processo, capire la variabilità di un fenomeno;
– Diagramma di Pareto: evidenziare le priorità, facilitare il processo decisionale;
– Diagramma causa-effetto: rappresentare tutte le possibili cause, ricercare le cause importanti;
– Carta di controllo: individuare la variabilità di un fenomeno nel tempo, capire se un processo è in controllo e se produce output conformi;
– Diagramma di Correlazione: individuare e misurare i legami esistenti tra due variabili.
Condividere un metodo per esporre le proprie idee efficacementeLa comunicazione attraverso le presentazioni:
– Gli errori da evitare nelle presentazioni;
– Cosa predilige il nostro cervello: come sceglie e cosa sceglie;
– Il design come generatore di significato: la scelta dei colori, il font, gli sfondi, i punti elenco, le fotografie.

Durata e metodologie

Durata del Corso

5 moduli della durata complessiva di 36 ore

Le aule dovranno essere formate da un numero massimo di 12 partecipanti per permettere una corretta interazione con il docente

Metodologie

L’intervento, caratterizzato da metodologie didattiche attive, ha l’obiettivo di rendere i partecipanti protagonisti del processo formativo, attivando l’apprendimento induttivo e partecipato.

simbolo / download Created with Sketch.
Catalogo corsi

Scarica il catalogo dei nostri corsi di formazione aziendale. Scopri l’offerta formativa completa.

Scarica la certificazione ISO 9001:2015 per la gestione della qualità

Scarica la certificazione ISO 29990 per la formazione