Tempo di lettura: 6 minuti

Quali sono le competenze richieste nel mondo attuale?

L’Europa ha cercato di dare una risposta a questa delicata domanda individuando, nel 2018, un numero ristretto di competenze chiave per lo sviluppo personale e professionale in un contesto globale e digitalizzato​​​​:

  1. alfabetizzazione,
  2. multilinguismo,
  3. competenze numeriche e scientifiche,
  4. competenze digitali,
  5. competenze interpersonali e capacità di apprendere
  6. cittadinanza attiva,
  7. imprenditorialità
  8. consapevolezza ed espressione culturali

Queste competenze, essenziali per navigare con successo nel presente e nel futuro, includono:

  1. Alfabetizzazione: La capacità di comprendere, valutare, utilizzare e interagire con testi scritti e stampati in ogni aspetto della vita.
  2. Multilinguismo: L’abilità di comunicare in più lingue, essenziale in un mondo sempre più interconnesso.
  3. Competenze numeriche e scientifiche: Fondamentali per comprendere e applicare concetti matematici e scientifici nella vita quotidiana e nel lavoro.
  4. Competenze digitali: La capacità di utilizzare tecnologie digitali in modo critico, collaborativo e creativo.
  5. Competenze interpersonali e capacità di apprendere: Essenziali per lavorare efficacemente in squadra, risolvere problemi e adattarsi a nuovi contesti.
  6. Cittadinanza attiva: L’impegno attivo e responsabile nella vita sociale e lavorativa, con una particolare attenzione alla sostenibilità e all’etica.
  7. Imprenditorialità: L’innovazione e la capacità di trasformare le idee in azione sono cruciali per la crescita e lo sviluppo economico.
  8. Consapevolezza ed espressione culturali: La comprensione e l’apprezzamento delle espressioni creative umane e della diversità culturale.

Applicazioni Pratiche per le aziende

Per le aziende, integrare questo tipo di competenze nei propri processi può significare promuovere un ambiente lavorativo innovativo e adattabile e contribuire significativamente al successo della propria realtà sul mercato.

Ecco alcuni processi nei quali potere effettuare tale integrazione:

  • Formazione e Sviluppo: Le aziende possono integrare queste competenze nei loro programmi di formazione e sviluppo, offrendo corsi specifici che mirano a migliorare le abilità digitali, imprenditoriali e di vita dei loro dipendenti.
  • Reclutamento: Durante il processo di selezione, valutare candidati non solo in base alle competenze tecniche ma anche in base alle competenze trasversali può portare a una forza lavoro più versatile e adattabile.
  • Valutazione delle Performance: Incorporare valutazioni delle competenze trasversali nei processi di valutazione delle performance può aiutare a identificare aree di sviluppo personale e professionale per i dipendenti, promuovendo la crescita continua.
  • Cultura Aziendale: Promuovere una cultura che valorizza l’apprendimento continuo, l’adattabilità e l’innovazione può aiutare le aziende a rimanere competitive in un mercato in rapida evoluzione.

Facciamo un passo indietro: definizione di competenza

Unione Europea ha dato una definizione di competenza che richiama ciò che i formatori italiani erano abituati a definire: sapere, saper fare e saper essere.

Oggi i termini che compongono la definizione condivisa di competenza sono: conoscenza, abilità e atteggiamento.

Da questa definizione deriva poi anche quella di “competenze chiave”, che sono:

«quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, l’occupabilità, l’inclusione sociale, uno stile di vita sostenibile, una vita fruttuosa in società pacifiche, una gestione della vita attenta alla salute e la cittadinanza attiva. Esse si sviluppano in una prospettiva di apprendimento permanente, dalla prima infanzia a tutta la vita adulta, mediante l’apprendimento formale, non formale e informale in tutti i contesti, compresi la famiglia, la scuola, il luogo di lavoro, il vicinato e altre comunità»

I FRAMEWORK DI COMPETENZE

L’Unione Europea ha definito diversi framework di competenze per affrontare le esigenze di apprendimento permanente e sviluppo delle capacità nell’era moderna, riconoscendo l’importanza di dotare i cittadini di abilità trasversali essenziali per il lavoro, la cittadinanza attiva e lo sviluppo personale. Questi framework di competenze, noti come “Comp”, includono il LifeComp, il DigComp, l’EntreComp e il GreenComp. Ecco come si possono definire:

LifeComp – Competenze per la Vita

Il LifeComp è il framework europeo per le competenze personali, sociali e per imparare ad imparare. Questo framework si concentra sullo sviluppo di abilità che permettono agli individui di gestire se stessi, le loro relazioni con gli altri e il loro apprendimento in modo efficace ed efficiente. L’obiettivo è promuovere il benessere individuale, la capacità di lavorare in modo collaborativo e di adattarsi a cambiamenti continui, aspetti sempre più rilevanti nel contesto personale e professionale contemporaneo.

Fonte: https://adiscuola.it/assets/uploads/2020/11/lifecomp.png

DigComp – Competenze Digitali

Il DigComp fornisce un quadro dettagliato delle competenze digitali necessarie per la cittadinanza digitale. Questo framework identifica le competenze e le abilità che le persone hanno bisogno di sviluppare per utilizzare in modo critico, collaborativo e creativo le tecnologie digitali. Il DigComp copre vari aspetti, dalla gestione delle informazioni alla comunicazione online, dalla creazione di contenuti digitali alla sicurezza online, sottolineando l’importanza dell’alfabetizzazione digitale in tutti gli aspetti della vita.

Fonte: https://www.assoedu.it/wp-content/uploads/2022/11/pentagono-1920×1080-1.png

EntreComp – Competenze Imprenditoriali

L’EntreComp è il framework europeo delle competenze imprenditoriali, progettato per promuovere lo spirito imprenditoriale e l’innovazione. Questo quadro definisce le competenze necessarie per avviare e gestire nuove iniziative, sia all’interno che all’esterno dell’ambiente aziendale. L’EntreComp enfatizza l’importanza del pensiero creativo e critico, della pianificazione e gestione dei progetti, della perseveranza, della capacità di vedere opportunità e di assumersi rischi calcolati, essenziali per il successo nell’economia moderna.

Fonte: https://www.entrecompitalia.it/wp-content/uploads/2020/03/EntreComp_ita-1.png

GreenComp – Competenze per la Sostenibilità

Il GreenComp è l’ultimo framework introdotto, focalizzato sulle competenze per la sostenibilità. Questo quadro mira a dotare gli individui delle conoscenze, abilità e atteggiamenti necessari per promuovere lo sviluppo sostenibile. Il GreenComp abbraccia una visione olistica della sostenibilità, incoraggiando gli individui a comprendere l’interconnessione tra sistemi economici, sociali e naturali e a impegnarsi in comportamenti che sostengono la tutela dell’ambiente, l’equità sociale e l’economia sostenibile.

Questi “Comp” delineano un insieme di competenze chiave che riflettono le priorità e le sfide dell’Unione Europea nel promuovere un’istruzione e formazione adatte al XXI secolo, garantendo che cittadini e lavoratori siano preparati ad affrontare le sfide del presente e del futuro con fiducia e competenza.

Fonte: https://asvis.it/public/asvis2/images/Approfondimenti/figura_1_Visual_representation.jpg – CC GreenComp di: G. Bianchi, U. Pisiotis, M. Cabrera A cura di Yves Punie, Margherita Bacigalupo

Conclusione

L’adattabilità e l’innovazione sono ormai non solo desiderabili ma necessarie per prosperare nel contesto lavorativo attuale e futuro. Le aziende e i professionisti che investono nello sviluppo delle competenze chiave saranno meglio equipaggiati per affrontare le sfide emergenti, promuovendo allo stesso tempo una crescita sostenibile e responsabile. Integrare queste competenze nell’ambito lavorativo non è solo un investimento nel capitale umano, ma una strategia vincente per rimanere competitivi e pertinenti in un mercato in costante evoluzione.