NEWS

Temporary Export Manager: te lo paga il Mise.


17 Novembre 2017

Vuoi aprirti verso mercati esteri, ma ti mancano competenze e soprattutto le risorse adatte a svolgere questo tipo di attività? Usufruisci dei benefici proposti dal Mise e della figura del TEM - Temporary Export Manager. Scopri quali aziende possono beneficiare di tali incentivi e in che termini. Se lo vorrai Project Group ti potrà affiancare nel processo di internazionalizzazione.

AZIENDE BENEFICIARIE E FINALITA'

PMI costituite in qualsiasi forma giuridica, che abbiano conseguito un fatturato minimo di 500 mila euro nell’ultimo esercizio contabile chiuso e che vogliano strutturare un processo di internazionalizzazione avvalendosi della consulenza di una società di temporary export management.

CONTRIBUTO E PLAFOND
Il plafond disponibile è pari a 26 milioni di € e prevede 2 tipologie di agevolazione:

- voucher “early stage” - voucher di importo pari a 10.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 13.000 euro (il voucher è pari a 8.000 euro per i soggetti già beneficiari a valere sul precedente Bando)
- voucher “advanced stage” - voucher di importo pari a 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 25.000 euro con la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo pari a 15.000 euro.

SPESE AMMISSIBILI
Costi imputabili a società di consulenza che mettono a disposizione una risorsa nel ruolo di temporary export management. Le società di consulenza fornitrici di tale servizio, dovranno essere valutate e scelte tra quelle inserite nell'apposito elenco presso il Ministero.

CRITERI E MODALITA’
Le domande potranno essere presentate a partire dal 28 novembre 2017. Il MISE assegnerà i Voucher secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili.

Per maggiori informazioni ed approfondimenti contatta Project Group o visita la sezione del Mise dedicata al bando.